• img-book

    Grelley Julie

PROMO
ISBN: 9788865640197

Angeli

di: Grelley Julie

Un’ex top model si trasforma in un serial killer alla ricerca di un

7.00

Quantità:
Autore
avatar-author
Julie Grelley, sceneggiatrice nata a Parigi nel 1970. La Grelley ha bene in mente la lezione minimalista di Bret Easton Ellis, e usa parole semplici, affilate, millimetriche, per mostrare al lettore verso la schizofrenia di Colline. Il delirio della protagonista di Angeli acquista tratti mistici, i brevi capitoli che compongono il romanzo aiutano a capire meglio le ragioni del dolore di Colline, il suo desiderio di purificazione, dopo che la macchina dell'apparenza l'ha macinata e rigettata. Non c'è compiacimento da parte della Grelley nel descrivere l'evirazione cui sono sottoposti i ragazzini vittime di Colline, solo una estenuante volontà di capire, resa attraverso una chiarezza espositiva abbacinata, tremenda, moralmente e intellettualmente onesta.
Libri di Grelley Julie
Dettagli

traduzione dal francese di Luisa Martolini

Colline, trentatré anni, celibe, residente in un paesino della Normandia, efficiente commessa in un negozio di bricolage, 120 chili di peso, volto sfigurato, è narrata dalla stessa protagonista, che declina le proprie generalità in apertura di romanzo, racconta di sé nel quotidiano: il lavoro al negozio, nel silenzio dei tanto amati attrezzi da bricolage, una famiglia da andare a trovare ogni tanto e con la quale non esistono più legami, gli psicofarmaci, la terapia psicologica di gruppo dal Dott. Pellet, la visita obbligatoria dal Sig. Bernard, l’ispettore giudiziario, le preghiere in cattedrale e il progetto di avere un angelo tutto per sé, mai abbandonato malgrado gli anni di carcere scontati dopo una condanna per rapimento e aggressione sessuale su minore. In Colline convivono davvero più persone, perché a narrare la storia è un “io”, che non sempre coincide con “Colline”, e al quale si aggiungono “Lynn” e “Michelle”. Alcune di queste identità sono vere: l’io/Colline è la protagonista del presente, Lynn che entra in scena poco oltre è il passato, l’adolescenza nel mondo della moda in cui era una sensuale modella, mentre Michelle sarà la falsa identità telefonica, la bambina inventata dalla protagonista per ingannare e circuire David, colui che dovrà diventare “angelo senza sesso”. Colline individua il piccolo David, capelli ricciuti e occhi “di un blu fosforescente”, ragazzino ideale per essere trasformato in angelo, e architetta un piano perfetto per catturarlo. La storia corre veloce verso la conclusione: quando le indagini su di lei si concludono, Colline, finalmente libera di agire, tenta di realizzare il proprio sogno.
Quello di Angeli è un eccellente esempio di noir moderno, dal ritmo veloce e accattivante proprio della sceneggiatura cinematografica, e in cui ironia ed effetti disturbanti si combinano alla perfezione; un noir in cui la storia non offre un lieto fine e le strategie con cui è narrata non producono alcun effetto rassicurante, perché a raccontare è lo stesso “mostro”, che ci fa vedere il mondo con i propri occhi, dal “punto di vista di Caino”. Julie Grelley non cade nel racconto horror gratuito. Denunciando il culto della bellezza e dell’apparenza, la giovane scrittrice coglie con esattezza la propensione della nostra società a creare nuovi mostri. Cupo, violento, disperato, Angeli non cessa mai di turbare.

«L’ex top model, ex Lynn, è diventata un mostro, elimina i ragazzi in nome di una cosiddetta missione di Cristo. Un’esplorazione di follia dove il gusto piacevole del serial killer, quasi infantile, dell’autore pone, in questo romanzo, la trasgressione a livello di farsa crudele metafisica». Emmanuelle de Boysson, Marie Claire
«Capitoli brevi, ritmo spezzato, scrittura precisa al millimetro, suspense affannata, vertiginosa progressione della macchina narrativa… Per il suo romanzo scandalo di esordio, Julie Grelley pone il talento di sceneggiatrice al servizio del delirio psicotico e schizoide di una criminale avida d’amore, senza tabù e senza riserve, dando prova di limpidezza e sobrietà rare. Realistico, sordido, Angeli sbalordisce e ossessiona: rivelazione assoluta, assolutamente da leggere». Evène

“Angeli”

Ancora nessuna recensione