• img-book

    Shiga Izumi

PROMO
ISBN: 9788865643662

Quando il cielo piove d’indifferenza

di: Shiga Izumi

La storia di un uomo che sceglie di rimanere nel suo villaggio dopo lo tsunami e il disastro nucleare di Fukushima.

14.25

Quantità:
Autore
avatar-author
Shiga Izumi nasce nel 1960 a Minamisōma. Vincitore del premio letterario Dazai Osamu nel 2004, la sua carriera letteraria subisce una svolta a seguito del Grande Terremoto del Giappone Orientale occorso l’11 marzo 2011. Da quel momento l’autore si rende portavoce dei diritti degli sfollati nelle zone limitrofe all’impianto nucleare, in particolare a quelle di Futaba, dove si è diplomato, e Minamisōma, a soli venticinque chilometri dalla centrale. Il suo impegno sociale si traduce nella partecipazione a diversi documentari che testimoniano il disagio delle zone evacuate. Quando il cielo piove d’indifferenza, pubblicato per la prima volta nel 2017, è la risposta letteraria alla triplice catastrofe di sisma, tsunami e incidente nucleare alla centrale di Fukushima Daiichi. L’autore, inedito in Italia, è tradotto in lingua francese.
Libri di Shiga Izumi
Dettagli

traduzione dal giapponese di Veronica De Pieri

Yoshida Yōhei, scapolo quarantenne, è impossibilitato a fuggire dalla sua cittadina minacciata dalle radiazioni e ormai divenuta città fantasma. A trattenerlo è la madre, allettata in seguito a un ictus e quindi bisognosa delle sue costanti cure e attenzioni. L’incontro con una volontaria nelle zone evacuate e l’improvvisa morte della madre rappresenteranno per il protagonista l’occasione per ricominciare.
Nel secondo racconto Itō Kana, giovane sfollata presso la casa della zia, è scelta come protagonista di un docufilm realizzato dal club scolastico. Tema centrale del lungometraggio è l’incidente nucleare di Fukushima Daiichi e la desolazione delle zone evacuate.

L’importanza delle relazioni umane e dei piccoli gesti quotidiani sono i veri protagonisti della scrittura delicata di Shiga Izumi. Sullo sfondo, le zone evacuate dominate dalla radiofobia e dalla disgregazione sociale.

“Quando il cielo piove d’indifferenza”

Ancora nessuna recensione