• img-book

PROMO

L’estate della svolta

una storia avvincente pregna di passione nella Cina contemporanea

15.00 8.00

Quantità:
Dettagli

traduzione dal cinese di Giulia Rampolla
Nel romanzo L’estate della svolta l’autrice descrive la travolgente storia d’amore tra due personaggi, uniti dalla stessa indole anticonformista, che scelgono di collocarsi ai margini della società per perseguire una libertà interiore che pagheranno a caro prezzo: un ragazzo ribelle, con una complicata situazione familiare alle spalle, appena sedicenne al momento del primo incontro, e una donna dal fascino irresistibile, che ha il doppio della sua età e che di professione fa la truffatrice. I fatti sono narrati dalla prospettiva del narratore/protagonista maschile che, a circa sedici anni di distanza, rievoca con nostalgia e rimpianto la relazione, vagabonda e instabile, con la bellissima donna conosciuta casualmente su un autobus, non appena giunto da Nanchino a Pechino, dove si era trasferito per studiare arte e allontanarsi dal padre. La narrazione coinvolge anche i percorsi individuali di crescita dei due personaggi, sullo sfondo della Cina delle riforme, rivelando così le ragioni sociali e personali che li hanno indotti a compiere le loro scelte e proponendo inoltre i temi della memoria storica e dell’ineluttabilità del destino, accanto a riflessioni sulla scoperta della sessualità e dell’amore e sulla costruzione di un’identità adulta.
L’estate della svolta racconta una storia avvincente pregna di passione e romanticismo, è uno straordinario manifesto che permette di conoscere la Cina contemporanea e i sogni e le speranze delle nuove generazioni.
Wei Wei nasce nel 1970 nella provincia del Jiangsu; è una delle esponenti dei ‘post-Settanta’, una generazione di scrittori che esprime la crisi di valori legata alla transizione della Cina verso il capitalismo. Esordisce nel ’97, pubblicando racconti su Il mondo della narrativa. In seguito, altre autorevoli riviste letterarie cinesi, tra cui Letteratura del popolo, Scrittori, Il raccolto ospitano le sue opere. Ha vinto prestigiosi premi letterari, tra cui il Lu Xun (2004), e Letteratura del popolo (2003). Tra le opere narrative di maggiore successo, i racconti La donna del grande Lao Zheng (2003), Memorie di Li Sheng (2007), Campagna, parenti poveri e amore (2001), Il travestimento (2003) e il romanzo La mia Weihucha. Ricorrenti i temi della condizione dei migranti e della costruzione dell’identità femminile nella metropoli contemporanea.