• img-book

    Matsuura Rieko

ISBN: 9788865643716

Le nostre adorate ragazze

di: Matsuura Rieko

“Papà”, “mamma” e “principe”: una pseudo-famiglia interpretata da tre liceali della stessa classe che agita i nostri cuori.

Autore
avatar-author
Matsuura Rieko nasce a Matsuyama, nella prefettura di Ehime, nel 1958. Debutta nel 1978 con Sōgi no hi (Il giorno del funerale), che le vale il quarantasettesimo Premio Bungakukai per esordienti. Nel 1987 pubblica Nachuraru ūman (Corpi di donna, Marsilio, 1996), ma la consacrazione del successo arriva nel 1993 con Oyayubi P no shūgyō jidai (L’alluce P, Marsilio, 1998), bestseller che nel 1994 le permette di aggiudicarsi il prestigioso Premio per la letteratura femminile (Joryū bungakushō). È considerata una delle scrittrici più rappresentative e anticonvenzionali del Giappone contemporaneo, e i suoi lavori sono incentrati su tematiche relative al corpo e alla sessualità femminile. Tra i suoi successi: Sebasuchan (Sebastian, 1981), Ura vājon (Versioni opposte, 2000) e Kenshin (Trasformarsi in un cane, 2007). Saiai no kodomo (Le nostre adorate ragazze) è il suo ultimo romanzo, pubblicato in Giappone nel 2017 e vincitore nel medesimo anno del quarantacinquesimo Premio Izumi Kyōka.
Libri di Matsuura Rieko
Dettagli

traduzione dal giapponese di Anna Specchio

Nella scuola superiore secondaria privata Tamamo, i ragazzi e le ragazze sono in classi separate. Nella quarta classe del secondo anno c’è un simpatico trio composto da Hinatsu, Mashio e Utsuho. Hinatsu si rivolge sempre in maniera garbata e gentile nei confronti di Mashio, che di conseguenza ripone piena fiducia nella compagna. Entrambe sono particolarmente affezionate a Utsuho, che coccolano al pari di una bambina. Complici la solitudine e il senso di incompatibilità che abbracciano nei confronti delle proprie famiglie reali, le tre liceali intrecciano una relazione intima ed esclusiva e arrivano a formare una famiglia tutta loro, al punto che le compagne di classe, le “noi narranti” che le adorano e raccontano la loro amicizia, le chiamano rispettivamente “papà”, “mamma” e “principe”. Ma il piccolo regno creato da Hinatsu, Mashio e Utsuho è destinato a incontrare gli sguardi del mondo adulto, a vacillare e trasformarsi…

Il capolavoro di Matsuura Rieko, la pioniera di una generazione che ha attribuito nuovi significati a parole come “famiglia”, “ragazza” e “amicizia”.
Murata Sayaka, scrittrice

“Le nostre adorate ragazze”

Ancora nessuna recensione