• img-book

    Saga Jun’ichi

ISBN: 9788865643891

Memorie di uno yakuza

di: Saga Jun’ichi

un capobanda sul letto di morte racconta al suo medico la sua incredibile vita. Una storia che ispirerà Bob Dylan.

Autore
avatar-author
Saga Jun’ichi, nato nella prefettura di Ibaraki nel 1941, si è laureato presso la Facoltà di Medicina della Keio University. Dopo aver lavorato al Tochigi National Hospital e al Kuakini Hospital (Hawaii), ha poi continuato a esercitare la professione medica nella città di Tsuchiura. Autore prolifico, ha pubblicato vari lavori spesso ispirati ai racconti dei suoi stessi pazienti. Vincitore di numerosi premi, nazionali e internazionali, tra i quali il Nihon shikahon toshokanshō, il Suntory Regional Culture Award, l’International Publishing Culture Award e il Foreign Correspondents Club Best Book Award, Saga è un autore sensibile e delicato che sa regalare ai lettori scorci di un Giappone poco noto.
Libri di Saga Jun’ichi
Dettagli

traduzione dal giapponese di Giuseppe Giordano

 

Ichiji Eiji, un vecchio yakuza avviatosi ormai sul viale del tramonto, fa del suo medico curante una sorta di confessore laico a cui affidare il racconto della propria vita. Una
vita vissuta all’insegna del gokudō, la via degli eccessi alla base della filosofia yakuza, che gli ha permesso di sperimentare tanto l’ebbrezza di repentine ascese quanto la vertigine stordente di cadute rovinose. Gioco d’azzardo e bische clandestine, prigioni e torture, donne e sake, ricchezza sfrenata e fame nera sono solo alcuni degli
ingredienti, a volte affascinanti a volte sconcertanti, che fanno di questo romanzo un viaggio straordinario nel lato oscuro del Giappone della prima metà del Novecento.
Pubblicato nel 1989 e successivamente tradotto in più di dieci lingue, Memorie di uno yakuza è un best-seller mondiale.

 

“Avvincente… dal cuore grande.” — International Herald Tribune
“Una rappresentazione della società giapponese di un tempo, povera e crudele, che distrugge l’immagine stereotipata, rappresentata dalla bellezza Zen, del
Giappone vecchio stile, pulito ed elegante.” — Herald Tribune
“Vivido e preciso.” — Los Angeles Times
“Un meraviglioso narratore che presenta una varietà di esperienze insolite.” — Washington Post Book World

“Memorie di uno yakuza”

Ancora nessuna recensione