• img-book

    Dazai Osamu

ISBN-: 9788865644164

Il sole si spegne

di: Dazai Osamu

Un romanzo del Giappone potente e ben scritto che affronta gli anni impoveriti dopo la guerra e raffigura una sorta di generazione perduta giapponese, nello sconvolgimento delle vecchie credenze morali e spirituali

Autore
avatar-author
1909
Dazai Osamu (1909-1948) è considerato tra i principali esponenti della letteratura giapponese moderna. La sua incredibile esistenza, costellata da diversi tentati suicidi e dipendenze di ogni tipo, traspare sia dai suoi romanzi più celebri, come Lo squalificato e Il sole si spegne, sia dai racconti brevi presenti in questa raccolta. Il realismo decadente della sua scrittura si intreccia senza difficoltà con momenti di intenso lirismo e pervasi da una leggerezza inaspettata quanto efficace. Dazai è un autore simbolo di ogni tipo di eccesso, contro ogni convenzione e conformismo, e caratterizzato da una sincerità quasi brutale, che gli garantisce tutt’oggi un posto speciale nel cuore dei lettori.
Libri di Dazai Osamu
Dettagli

traduzione dal giapponese di Alessandro Passarella

Kazuko, la giovane narratrice di questo romanzo, vive con la madre in una casa nel ricco quartiere di Nishikata a Tōkyō. La morte del padre e la sconfitta del Giappone nella Seconda guerra mondiale hanno ridotto notevolmente le risorse della famiglia, al punto da dover vendere la casa e trasferirsi nella penisola di Izu. La fragile armonia della vita in campagna, dove Kazuko coltiva la terra e si prende cura della madre malata, sarà alterata dall’apparizione di un serpente, simbolo di morte in famiglia, e da Naoji, il fratello di Kazuko, ex oppiomane che era scomparso in precedenza. L’arrivo di Naoji, il cui unico interesse è bere e spendere i pochi soldi rimasti, spingerà Kazuko a ribellarsi alla vecchia morale in un ultimo tentativo di sfuggire a un’esistenza soffocante.

La pubblicazione originale de Il sole si spegne nel 1947 rese il suo autore una celebrità tra i giovani giapponesi del dopoguerra. Tuttavia Dazai, affetto da tubercolosi e vessato dai suoi demoni interiori, non poté godere del successo del romanzo e un anno dopo, nel 1948, si suicidò con la sua amante.

“Quello che disprezzo di Dazai è che espone proprio quelle cose di me stesso che più desidero nascondere.” Mishima Yukio

“Una figura di culto per i giovani giapponesi disamorati.” Village Voice

“Uno spirito libero che ha sfidato l’istituzione letteraria.” The New York Times

“Scritto con bellezza, raffinatezza e forza: un’opera di inconfondibile distinzione…” Atlantic Monthly

“Il sole si spegne”

Ancora nessuna recensione