• img-book

    Benmalek Anouar

PROMO
ISBN: 9788865640883

Il rapimento

di: Benmalek Anouar

Aziz, un biologo dello zoo di Algeri, è un marito felice e padre orgoglioso. Fino a quando sua figlia di quattordici anni non viene rapita.

18.00 7.50

Quantità:
Autore
avatar-author
Anouar Benmalek è nato a Casablanca nel 1956 e ora vive in Francia. Scrittore, giornalista, matematico, dopo le rivolte in Algeria del 1988 per protestare contro le politiche del governo, è diventato uno dei fondatori del Comitato algerino contro la tortura. Autore di importanti romanzi come Les amants désunis, L’enfant du peuple ancien, L’année de la putain, Ô Maria, ha vinto diversi premi letterari tra cui il Prix Mimouni, Prix Millepages, Premio Ragid e il Prix du Livre RFO. Il rapimento (Le rapt) è stato pubblicato in Francia nel 2009.
Libri di Benmalek Anouar
Dettagli

traduzione dal francese di Daniele Petruccioli

Intrighi e politica nell’Algeria anni ’90

Aziz, un biologo dello zoo di Algeri, è un marito felice e padre orgoglioso. Fino a quando sua figlia di quattordici anni non viene rapita.Quando si rende conto che sua figlia è stata rapita, Aziz pensa prima che siano stati gli islamisti radicali che hanno assassinato un giovane uomo di fronte a lei un paio di giorni prima. Aziz maledice il suo paese, l’Algeria, il suo odio fratricida, i suoi fanatici, il suo potere irrigidito dalla paura e dalla polizia incompetente. Il dipendente di uno zoo algerino non può immaginare che lo stupro può essere una vendetta, che risale a mezzo secolo! Egli ammette di essere un po’ vile e cinico, ma non ha mai fatto nulla da meritare che sua figlia sia stata rapita! Il rapitore si fa vivo per telefono. Naturalmente, dice ad Aziz di non rivelare niente alla polizia. Aziz potrà finalmente capire che non è lui il vero obiettivo, ma Mathieu, il secondo marito della sua matrigna, un francese rimasto in Algeria dopo l’indipendenza. Aziz ha scoperto che lo stupro nasce 50 anni prima, nel tumulto della guerra: Mathieu, “disertore” rimasto in Algeria dopo l’indipendenza, non è estraneo alla tragedia in famiglia.

«Siamo, infatti, di diritto nel thriller. Ma non solo. […] I lettori di Anouar Benmalek, quelli che lo apprezzano, dicono bene di lui e lo affiancano nel “gotha” della letteratura tanto a un Faulkner quanto a un Dostoevskij. E probabilmente, con le dovute differenze, non sbagliano». Marianna Micheluzzi

«Un grande libro, un grande scrittore… Un grande romanzo d’amore… Rimaniamo stupiti dalla qualità dello scrittore». France 2

“Il rapimento”

Ancora nessuna recensione