• img-book

    Dazai Osamu

PROMO
ISBN: 9788865643136

Otogizōshi: le fiabe giapponesi di Dazai Osamu

di: Dazai Osamu

Le fiabe tradizionali su cui si basano i racconti di Dazai sono ben note a tutti i giovani studenti giapponesi, ma questo non è un libro per bambini.
Nelle mani di Dazai personaggi come il malizioso tanuki, i terribili oni, il passero dalla lingua tagliata e naturalmente la tartaruga parlante diventano soggetti complessi che affrontano dilemmi morali difficili e sfumati. Le storie che ne derivano sono stimolanti, astutamente sovversive e spesso esilaranti.

16.00 11.50

Quantità:
Autore
avatar-author
1909
Dazai Osamu (1909-1948) è considerato tra i principali esponenti della letteratura giapponese moderna. La sua incredibile esistenza, costellata da diversi tentati suicidi e dipendenze di ogni tipo, traspare sia dai suoi romanzi più celebri, come Lo squalificato e Il sole si spegne, sia dai racconti brevi presenti in questa raccolta. Il realismo decadente della sua scrittura si intreccia senza difficoltà con momenti di intenso lirismo e pervasi da una leggerezza inaspettata quanto efficace. Dazai è un autore simbolo di ogni tipo di eccesso, contro ogni convenzione e conformismo, e caratterizzato da una sincerità quasi brutale, che gli garantisce tutt’oggi un posto speciale nel cuore dei lettori.
Libri di Dazai Osamu
Dettagli

traduzione dal giapponese di Massimo Soumaré

Dazai nell’antologia di racconti Otogizōshi riprende quattro note fiabe giapponesi. L’escrescenza sottratta è la storia di un anziano uomo con un porro sulla guancia destra e del suo bizzarro incontro con degli oni, dei demoni, che gli cambierà la vita. Il signor Urashima narra di un pescatore, per l’appunto di nome Urashima Tarō, che, salvata una tartaruga maltrattata da dei bambini, come ricompensa viene da lei condotto nel palazzo del drago in fondo al mare dove incontra la bella principessa Oto. Il monte Click-clack è la vendetta di una lepre su di un dispettoso cane procione il quale ha brutalmente ucciso, facendone una zuppa, la moglie della vecchia coppia che trattava gentilmente il coniglio. Il passero dalla lingua tagliata è un racconto sul buon cuore di un anziano e sull’avidità di una donna che arriva persino a recidere la lingua di un povero passero.
Lo scrittore rielabora molto liberamente queste fiabe, trasformandole in un intimo e geniale dialogo con il lettore. Un misto di tradizione e modernità che ha fatto affermare a molti critici e autori nipponici che quest’opera, scritta nel corso del secondo conflitto mondiale, sia il lavoro letterariamente più alto di tutta la produzione di Dazai.