• img-book

    Tulli Magdalena

PROMO
ISBN: 9788865640258

Difetto

di: Tulli Magdalena

La folla sembra quasi una compagnia della Commedia dell’arte; personaggi descritti sommariamente con i tratti del loro stato sociale

14.00 7.00

Esaurito

Autore
avatar-author
È una delle maggiori scrittrici polacche. Nessuno come lei, dopo la caduta del Comunismo, è riuscito a creare così tante emozioni nella letteratura dell'Europa centrale e orientale. Sny i kamienie, 1995 (Sogni e pietre, Voland, 2010), il suo primo romanzo, ha vinto il prestigioso premio della Koscielski in Polonia. Tulli è stata tra i finalisti al premio Nike, il più prestigioso riconoscimento letterario polacco. I suoi romanzi W czerwieni (1998) e Tryby (2003) sono stati accolti con grande successo di critica. Skaza (Difetto) fu pubblicato nel 2006. La scrittrice vive a Varsavia, dove lavora come traduttrice e psicologa. Ha tradotto l'opera di Marcel Proust e di Italo Calvino in polacco. I suoi libri sono tradotti in tedesco, francese, italiano, inglese, russo, croato, sloveno, ceco, ungherese e lettone.
Libri di Tulli Magdalena
Difetto
Leggi tutto

Esaurito

Difetto 2012
Dettagli

traduzione dal polacco di Raffaella Belletti

UN ROMANZO PIRANDELLIANO POST-MODERNO CON I SUOI “PERSONAGGI IN CERCA DI UNA STORIA”
In una città senza nome, una folla anonima si muove in una piazza uguale a tante altre, arredata da spazi genericamente chiamati caffè, farmacia, panetteria, scuola, uffici distrettuali,albergo, studio fotografico, liceo, cinema. La folla sembra quasi una compagnia della Commedia dell’arte; personaggi descritti sommariamente con i tratti del loro stato sociale: il notaio, tutto preso dal suo studio e dai suoi interessi; la moglie del notaio annoiata e nevrotica; la domestica che sogna un grande amore e una promozione sociale; il poliziotto demotivato con una squallida vita familiare; lo studente insoddisfatto e frustato. Insomma tutto piuttosto borghese e convenzionale. Un giorno, non si sa da dove, arriva un tram che scarica nella piazza un folto gruppo di profughi scampati a non si sa quale guerra o evento catastrofico, suscitando l’immediata diffidenza degli abitanti del luogo. La loro ostilità, dapprima contenuta, si fa sempre più esplicita, finché i nuovi arrivati vengono espulsi e confinati in una cantina, in barba alle loro condizioni disperate. Alla fine della giornata si scopre che sono scomparsi. Nonostante i molteplici riferimenti a eventi storici che è possibile rinvenirvi – potrebbero essere gli ebrei nella Seconda guerra mondiale o gli sciiti e i sunniti in Iraq, i serbi, i croati e i musulmani nella ex Jugoslavia, gli arabi “contro” gli africani in Sudan o altri – Difetto è una parabola universale, inquietante e attualissima. Un libro su come si affronta “l’indesiderato”, quello che Mike Davis definisce il “surplus dell’umanità”.

RECENSIONI
«In un ideale albero genealogico, l’originalità della scrittura della Tulli non è inferiore a quella di Michaux, di Kafka, di Calvino e di Saramago».WS Merwin
«Come tutte le grandi opere d’arte, Tulli crea qualcosa di nuovo nei suoi libri, qualcosa che non risponde a ciò che il lettore è stato condizionato ad aspettarsi».Rain Taxi

“Difetto”

Ancora nessuna recensione